× Business
Privati
Video
Corsi
Blog
Contatti

istruzioni per diventare immortali

amicizia
Se volete diventare immortali, per prima cosa vi serve un amica o un amico fotografo. Non dite assolutamente che non vedete l’ora di posare, le verrebbe il blocco dell’otturatore. Dovete solo aspettare che dal turbinio di immagini che si montano e smontano nella sua mente, inizi a prenderne forma una che abbia le vostre fattezze.
Affinché questo avvenga dovrete però essere riusciti ad entrare nel suo cuore dal lato dell’obiettivo. Se consultando il vostro manuale di anatomia non trovate riscontro a questa affermazione è soltanto perché ci sono pochi studi al riguardo.
Scegliete bene perché dovrà essere il vostro cavallo vincente: non pensate di puntare a più fotografi sperando che sul numero riuscirete a fare breccia nella lente di qualcuno. Se ne accorgono e sono estremamente permalosi.
Una volta fatta la scelta abbiate pazienza. Vi capiterà a volte di essere scrutati come solo sapeva fare la vostra mamma quando aveva la sensazione che aveste combinato qualcosa di grosso.
Succederà di tanto in tanto che vi guardi negli occhi come se vi volesse leggere nel pensiero. E poi magari che vi tratti male giusto per sottolineare che non ci stava provando.
Però ogni tanto vi pensa. Ma vi pensa in posa, pensa a come la luce vi cade addosso, vi immagina attraverso una lente ben precisa.
Se non vi dice “mi piace pensarti attraverso il mio 50mm f/1.4 aperto a f/3.3” è solo per pudore e il timore di venire frainteso.
Poi un giorno vi dice di aver avuto un’idea. Voi ovviamente quel giorno e in quelli successivi non avete nessun impegno. “Quando vuoi” è l’unica risposta possibile.
Tanto ha già le idee chiare, ci metterà poco.
A questo punto avrete la vostra foto. Fatevela stampare su carta fotosensibile, che dura centinaia di anni. Conservatela bene. Se avrete fortuna è la cosa più simile all’immortalità che potete ottenere.
Nessun commento

Lascia un commento

autore
Non vendere l’anima al fotografo

(Foto di copertina di Richard Avedon) Mi capita che quando qualcuno mi vuole fare un complimento per un ritratto particolarmente ben riuscito mi dica che sono riuscita a catturare l’anima della persona ritratta. Se fosse così dovrei possedere una collezione di anime, mentre, che io mi ricordi, solo un faustiano …

catch light
cos’è una catch light e cosa farsene

(Foto di copertina: il Comandante Oscar François de Jarjayes) Ci sono molti modi in cui possiamo eseguire male un ritratto, forse molti di più dei modi in cui lo possiamo fare bene. Premesso questo non credo ci siano molte istruzioni in senso positivo su come fare (alcune le do qui …

arte
gli studenti e i pornogattini

E’ di questi giorni la notizia che un gruppo di mutandari organizzato,  ha giudicato oscene le nudità esposte in una mostra al Campus Einaudi. Non so se “oscene” è la parola utilizzata dai detrattori o se è quella riportata dai giornalisti, in ogni caso il concetto è chiaro: piselli e bagiane …