Quante foto mi deve consegnare un fotografo al termine di un servizio?
× Business
Privati
Video
Corsi
Blog
Contatti

Quante foto mi deve consegnare un fotografo al termine di un servizio?

Come funziona uno studio fotografico

Quante foto? La risposta semplice è: nessuna.

Immagino non vi soddisfi molto quindi andiamo ad analizzare più nel dettaglio

Quante foto lo si decide prima

Se si lavora con un cliente business, il numero di foto viene deciso prima. Questo perché può aver deciso di fare un’inserzione pubblicitaria e vuole due fotografie diverse ma coerenti, una verticale e una orizzontale.

A questo punto si decide con il fotografo (ed eventualmente l’agenzia di comunicazione se c’è) che tipo di immagini si vogliono realizzare, in particolare la loro complessità dal punto di vista fotografico.

È da questa complessità che il fototografo calcola il numero di ore necessarie per lo styling, lo shooting, la post produzione, l’acquisto di materiale per creare lo styling set e produce un preventivo.

Che sul set ci siano solo prodotti o anche fotomodellə, poco cambia. Quando sul set e attorno al set sono tutti professionisti, la giornata di shooting è di otto ore, se necessario si lavora più giornate. Di conseguenza, il numero di ore non è un parametro importante, se non per il costo finale del lavoro.

Ma con i privati?

Una sessione fotografica per privati dura almeno un’ora e al massimo tre. Avendo a che fare con persone che non sono modellə professionistə non si può pensare di protrarre la sessione oltre le tre ore. Consideriamo una media di due ore.

Quante foto può fare un fotografo in due ore? Abbiamo detto prima che dipende ovviamente dalla complessità della foto. Più il set è complicato, più tempo ci vorrà.

Avendo vincolato il numero di ore, ci sono solo due questioni in ballo: se vogliamo tante foto, dovranno necessariamente essere semplici. Se vogliamo delle foto più curate, più ragionate, è chiaro che saranno di meno.

Quante foto lo si decide dopo

Quando ha a che fare con clienti privati, il fotografo non lavora su preventivo. Ha preparato un’offerta di servizi, dal più semplice al più complesso, da proporre ai suoi clienti. Quello che dovrebbe scegliere il cliente è il servizio che gli piace, quello che gli interessa, quelli che trova più adatto a sé.

Quante foto riesce a produrre il fotografo su quel set e con voi come modellə, dipende dal set e da voi.

Si paga la sessione

Molti fotografi, soprattutto negli USA ma la consuetudine sta arrivando anche qui, vi fanno pagare innanzitutto la sessione.

Sì, avete capito bene. Pagate una sessione fotografica e non vi viene consegnata neanche una foto.

Le fotografie poi hanno un loro prezzo e decidete quante comprarne dopo aver visto i provini. Non avete un minimo e il massimo ovviamente è prendere tutte le foto dei provini. Che non sono tutte le foto della sessione, ma le foto della sessione che il fotografo ritiene all’altezza del suo portfolio e quindi vendibili.

Ok, ma se compro un servizio come faccio a sapere alla fine quante foto avrò?

A questa domanda posso rispondere solo per quanto riguarda il nostro studio, ma se cogliete il ragionamento che ci sta dietro è facile per voi generalizzare.

Dato un certo servizio, io so mediamente quante foto ci saranno nella provinatura. So anche quale sarà il numero minimo, che mi capita quando il cliente sul set ha avuto un po’ di difficoltà.

Dato che penso che in Italia, almeno a Torino, non siamo commercialmente pronti per far pagare solo la sessione, io faccio un bundle “sessione+tot foto” per ogni servizio. Ovviamente il “tot” di foto sarà maggiore per i servizi in cui mi aspetto una provinatura maggiore e vice-versa. Ulteriori foto si pagano a parte.

Conclusioni

Non dovete partire ponendovi la domanda: quante foto?

Se entrate in un negozio di scarpe non chiedete: “quante scarpe mi dà, se compro delle scarpe?”

La questione è quali scarpe volete. Nello stesso negozio ci possono essere scarpe da 100€, 150€ e stivali da 300€.
Sarete d’accordo che, a parte il prezzo, non è la stessa cosa comprare un paio di stivali o due/tre paia di scarpe?

Purtroppo le politiche di vendita di alcuni colleghi, soprattutto quelli che tirano al ribasso e vendono le foto un tanto al Kg, ha portato i clienti a fissarsi eccessivamente sul numero di foto consegnate. Se ancora pensate che questo numero sia veramente importante, abbiamo il video dal nostro Vlog che fa per voi. Buona visione!

Non vuoi rischiare di perderti nella giungla dell’offerta fotografica?

Ti potrebbe interessare anche

Buoni motivi per preferire le stampe ai files

Perché un fotografo non consegna mai tutte le foto

Cosa determina il costo di una fotografia

Soprattutto non perdetevi il nostro pezzo forte:

Un servizio fotografico in studio: sai quello che dovresti sapere?

Condividi

Commenta con Facebook

Lascia un commento

scegliere lo studio fotografico
Come funziona uno studio fotografico
Come scegliere lo studio fotografico giusto

Scegliere lo studio fotografico giusto non è un’impresa facile. Come scegliere quando di fotografia sappiamo poco o niente?

Condividi

Commenta con Facebook

cos'è lo smash cake
attualità in fotografia
Cos’è lo Smash Cake?

Ottima domanda, infondo cos’è lo Smash Cake l’ho appena scoperto pure io. Come al solito, in questi casi non è mai Maometto che va alla montagna ma la montagna che va a Maometto. Nella fattispecie è la montagna dello Smash Cake che mi ha travolto, sotto forma di domanda di …

Condividi

Commenta con Facebook

Come funziona uno studio fotografico
Il ritratto fotografico

Cosa caratterizza un ritratto fotografico da qualunque altra fotografia in cui vi è rappresentata una persona?

Condividi

Commenta con Facebook