Dieci esercizi per l'estate -
× Business
Privati
Video
Corsi
Blog
Contatti

Dieci esercizi per l’estate

Consigli per fotoamatori

Tempo di vacanze, si parte tutti armati di reflex e si torna con… le foto delle vacanze!

Ma fate bene, siete in vacanza, fate le foto delle vacanze, non me ne vogliate se io non ne faccio perché sono appunto… in vacanza!!!
Durante le vacanze faccio le foto ai gattini con l’i-phone

Visto che per voi la vacanza è anche un’occasione per portare avanti la vostra passione, mentre io mi abbrutisco con una birra ghiacciata e i filtrini di Instagram, potete fare qualche esercizio divertente. Fatelo fare anche ai vostri amici e poi confrontatevi con loro, magari al ritorno: settembre è un buon mese per i dibattiti. Ovviamente non sono i soliti esercizi per migliorare le proprie foto, perché quelli li trovate ovunque.

1- Quando incontrate un cane buttatevi a terra (assicuratevi prima che il padrone abbia prima raccolto il dovuto) e fate una foto dal suo punto di vista.
2- Se state visitando una città ed utilizzate la rete dei trasporti pubblici, fate una foto ogni volta che scendete da un mezzo, esattamente nel punto in cui siete scesi (se prendete la metropolitana, uscite prima all’aperto).
3- Immaginatevi per un giorno appassionati di qualcosa di cui non ve ne può fregare di meno e scattate foto di conseguenza. Non vi interessano i fiori? Cercate di arrivare a sera con dieci foto di fiori diverse. Non distinguete una moto da uno scooter? Cercate di fotografare dieci moto in un giorno.
4- Scegliete un colore e cercate di arrivare a sera con un intero album monocromatico.
5- Scegliete una forma (cerchio, quadrato, triangolo) e fotografate tutto ciò che incontrate e ha quella forma (non abusate dei segnali stradali).
6- Mettete una sveglia nel cellulare che suoni a intervalli regolari: ogni volta che suona fermatevi e fate una foto. Sembra assurdo ma può essere interessante farlo anche se siete spalmati su una sdraio in riva al mare.

7- Fate 30 foto ad un vostro amico. Fotografatelo da tutti i punti di vista, con tutte le focali che avete a disposizione, figura intera, piano americano, mezzo busto, ritratto, beauty, mani, piedi, dettagli. Devono essere 30 e sostanzialmente diverse.

8- Identificate qualcosa che sia molto diffuso nel vostro luogo di vacanza. Conchiglie? Junk food? Annunci scritti a mano e attaccati ai pali? Tappi di bottiglia per terra? Fotografateli tutti, sempre nello stesso modo: stesso punto di vista, stessa focale, stessa profondità di campo.

9- Fatevi un autoritratto al giorno utilizzando uno specchio, una superficie riflettente o qualunque altro escamotage vi venga in mente. Non con la machina fotografica davanti al muso, che quello è il ritratto della reflex! Usate una focale corta, mettetevi a fuoco (sì adesso potete guardare nel mirino) e poi scollegate l’autofocus passando alla modalità manuale. Portate la macchina foto all’altezza del petto e scattate. Fate qualche prova per capire la focale ottimale, la distanza migliore dalla superficie riflettente e che inclinazione dovete dare alla macchina foto per riuscire a fotografarvi la faccia.

10- Coinvolgete tutti i vostri amici in una foto di gruppo non convenzionale. Tutti arrampicati su un albero? Tutti stesi per terra? Tutti con la testa in un bidone e le gambe all’aria? Vedete voi.

Come noterete non vi ho detto di fotografare il vostro cibo né di fotografare sconosciuti.
Nel primo caso perché ormai non se ne può più, nel secondo perché se poi volete pubblicare la foto (anche su instagram o facebook) ci sono problemi di privacy. Trovate le info qui.

Buone vacanze!

(Come vi sarete accorti ho stabilizzato l’uscita del blog sul giovedì, ma questo è un bonus post!)

Condividi

Commenta con Facebook

Lascia un commento

obbligo di menzione del nome del fotografo
Consigli per fotoamatori
…da metterci la firma!

L’obbligo di menzione del nome del fotografo Parliamo di un problema che affligge e confligge creatori ed utilizzatori di fotografie: l’obbligo di menzione del nome del fotografo. La questione è spinosa e complicata, perché abbiamo da una parte la legge e dall’altra le consuetudini delle persone e la percezione del …

Condividi

Commenta con Facebook

fotografia d'autore
Come funziona uno studio fotografico
Non vendere l’anima al fotografo

(Foto di copertina di Richard Avedon) Mi capita che quando qualcuno mi vuole fare un complimento per un ritratto particolarmente ben riuscito mi dica che sono riuscita a catturare l’anima della persona ritratta. Se fosse così dovrei possedere una collezione di anime. Mentre, che io mi ricordi, solo un faustiano …

Condividi

Commenta con Facebook

pittorialismo
attualità in fotografia
Il pittorialismo di ritorno

Il pittorialismo Il pittorialismo fu un movimento della fine del XIX secolo nato per elevare il mezzo fotografico al pari della pittura o della scultura. La fotografia venne spesso paragonata con disprezzo a semplice strumento di riproduzione della realtà, a causa del procedimento meccanico e automatico richiesto per la produzione …

Condividi

Commenta con Facebook